You are currently browsing the category archive for the ‘Ristoranti’ category.

Il Patscheiderhof è un posticino davvero incantevole. Ti senti coccolato in tutto e per tutto. Dista solo pochi km da Bolzano ed è perfetto per un pranzetto, una cena un po’ particolare oppure per la merenda post passeggiata.

Si può raggiungere in auto seguendo le indicazioni stradali per il Renon e poi per Signato. Se preferite fare due passi (sentendovi già incolpa per quello che assaggerete!), vi consiglio di parcheggiare in prossimità dell’Unterinnerhof. L’albergo si trova ad Auna di Sotto sempre sulla strada per il Renon.

Di fronte al parcheggio trovate un cartello di legno con il segnavia n. 31 per Signato.  Vi porterà al maso in circa 30/40 minuti.

Passeggiando si gode di un panorama favoloso e una volta giunti potete scegliere tra vari piatti della cucina tirolese tra cui il Gröstl (pasticciata di patate saltate con lesso di manzo), i Knödel (canederli) classici con Speck, al fegato in brodo, al formaggio, agli spinaci, alla ricotta e alle rape rosse, gli Schlutzkrapfen (mezzelune con ricotta e spinaci), le tagliatelle al capriolo. Tra gli antipasti tipici trovate il Graukäse (formaggio grigio) con la cipolla e la testina di vitello all’agro con cipolla. Tra i secondi stinco di agnello, sella di vitello in crosta di olive, Gulasch di cervo, costine di maiale…….sono tutti ottimi!

Il ristorante è molto noto tra i Bolzanini e non solo (è segnalato su numerose guide enogatronomiche, tra cui Slow Food), quindi spesso pieno.

Consiglio di prenotare per tempo (a voi il numero: 0471365267).

Buongiorno a tutti, qui a Bolzano nevischia, speriamo duri, mi piace un sacco la neve! in montagna ne cadrà di fresca e questo significa nuova escursione domenica!

…..nell’attesa dell’ormai prossimo weekend vi parlerò dei Tirtlan.

i tirtlan

Con il termine Tirtlan si indicano le sfiziose frittelle tipiche della Val Pusteria. L’impasto è a base di farina, acqua, uova e sale, è quindi salato. Le signore pusteresi le preparano generalmente durante le feste e per le occasioni speciali. Somigliano a dei dischi del diametro di circa 15 cm, ce ne sono di salate e di dolci: originariamente venivano farcite con cavolo cappuccio all’agro (i famosi crauti – Sauerkraut) oppure con patate e ricotta  o spinaci e ricotta. La versione dolce si trova con ripieno di marmellata di mirtilli rossi, semi di papavero oppure noci. Lo scorso inverno ho assaggiato un ottimo Tirtlan fatto in casa in un ristorante recensito su Osterie d’Italia 2012 (presente anche sull‘edizione 2013) e da Tripadvisor, l’ Oberraut. In quell’occasione la mia frittella ripiena di crauti era accompagnata alla zuppa d’orzo (Gerstsuppe), altro piatto tipico altoatesino. Il ristorante, molto caratteristico ed elegantino, è situato in località Ameto a circa 15 minuti in auto da Brunico.

Se volete provare il Tirtlan e state percorrendo la Pusteria all’altezza di Chienes, proprio sulla statale che attraversa il paese, trovate una caffetteria pasticceria panificio di cui purtroppo mi sfugge il nome, che offre un vasta gamma di paste, torte, biscotti, pane tipico e anche Tirtlan!

Nel periodo natalizio le valli altotesine pullulano di mercatini. Contrariamente a quanto si pensa, non esistono solo quelli di Bolzano Merano, Bressanone,  Brunico e Vipiteno  (altri mercatini). Ve ne sono altri meno conosciuti, per cui poco frequentati dai turisti (mercatini minori). Io vi consiglio di fare un giretto a  Sarentino e soprattutto a Chiusa. Se volete evitare il traffico sappiate che entrambe le località sono raggiungibili comodamente in autobus (orari autotrasporto locale).

Sarentino (Sarnthein) si trova a circa 960 m slm nell’omonima valle (Sarntal). Il mercatino è imbucato e piccolino situato vicino alla chiesa. Anche gli stands sono pochi ma sicuramente propongono prodotti tipici dell’Alto Adige, alimentari e non. Ho trovato, ad esempio, l’olio essenziale di pino mugo, ottimo per le sue proprietà antiossidanti.

Chiusa (Klausen) si trova in Val d’Isarco a circa 25 km da Bolzano. Si raggiunge tranquillamente in treno (trenitalia). Il mercatino è più grandicello. Si sviluppa lungo la via principale del paese ed è incantevole nel tardo pomeriggio quando si illumina delle lanterne accese dai negozianti. Se avete freddo potete riscaldare le mani qua e là sopra i braceri oppure degustando castagne arrostite, vin brulè e idromele.
Se avete fame, vi piace la birra e volete scaldare le ossa al chiuso fate un saltino alla birreria Gassl.

mercatino chiusa

Immagine del mercatino di Chiusa recuperata dal sito ufficiale dell’Alto Adige

Non appena avrò visitato altri mercatini vi darò ulteriori informazioni….

Ricordatevi che se vi muovete in Alto Adige con il treno potete scegliere di utilizzare la carta valore al posto del biglietto del treno. È estremamente conveniente (tutte le info qui sulla carta valore). Il prezzo base di una carta valore è di 10 euro e può essere utilizzata per tratte urbane, extra- urbane e viaggi in treno dal Brennero a Trento.